Assemblea Generale ELF a Bruxelles

Home  /  News  /  Current Page

ELF BoardIn occasione dell’assemblea generale dell’ELF, lo scorso venerdì 19 settembre a Bruxelles, LibMov – ancora fino al 1° gennaio in qualità di affiliate member, ha potuto prender parte a una giornata fitta di dibattiti.

L’apertura dei lavori è stata sancita dalla rielezione del board al suo completo, incluso il triestino Giulio Ercolessi, membro anche dell’esecutivo di LibMov. Oltre a Ercolessi, il board comprende Felicita Medved (presidente, Novum Institute, Lubiana), Jürgen Martens (vicepresidente, Friedrich Naumann Stiftung, Dresda), Roel Martens (tesoriere, B.M. Teldersstichting, L’Aia – no relation con il vicepresidente), Andreas Bergström (Fores, Stoccolma). Un gruppo affiatato, che ha sempre sostenuto con fermezza i progetti liberali più disparati, a cui è stata rinnovata la fiducia pressoché all’unanimità per il prossimo biennio.

I risultati delle ultime elezioni europee sono un segnale su cui riflettere, ma che non compromette la stabilità del percorso liberale europeo. Semmai l’ELF ha il diritto come piattaforma afferente all’ALDE di rafforzare la sua strategia di allocazione delle risorse in modo da portare avanti iniziative su tutto il territorio europeo. Questo risulterà il tema centrale della giornata. A conclusione di queste riflessioni, viene sottolineata da molti l’importanza di un gruppo di lavoro all’interno dell’ELF che si concentri su una strategia di fund raising. Il gruppo viene costituito durante l’assemblea, e la sottoscritta è entusiasta di potervi dare il proprio contributo.

I progetti presentati per il prossimo anno sono il prodotto di una lunga e difficile selezione dell’ELF  – per proseguire un lavoro di supporto ai movimenti liberali in tutta l’Europa che si riconoscono nei fondamenti comuni del liberalismo. Poznan, Istanbul, Belgrado, L’Aja, Lisbona: sono solo alcune delle città che ospiteranno i prossimi eventi. Le aree coperte, anche geograficamente, rappresentano l’impegno a coinvolgere i liberali a cooperare su più fronti, indipendentemente dalla loro sede di origine. Per tutti i presenti un invito anche a riflettere su come volersi profilare nei lavori per un nuovo progetto.

Sensibilizzare la società civile sui temi liberali richiede oggi più che mai notevoli energie; noi liberali europei disponiamo di una risorsa unica, una piattaforma che ci permette lo scambio di best practices, di confronto, per un miglioramento continuo. Temi che dobbiamo affrontare oggi, che rispecchiano le preoccupazioni e le domande di molti. Come il Ralf Dahrendorf Round Table del 24 settembre prossimo. “The Unstoppable Far Right? Populism and the Aftermath of the European Elections”-  noi di LibMov ci saremo.

Sarah Lenders Valenti

Arnhem, 20 settembre 2014